capodanno-riccione.com - cenoni, feste, discoteche, hotel, agriturismi, tutto su come passare il capodanno a Riccione e costiera Romagnola

Ville e Castelli Capodanno a Riccione

Cerca i migliori eventi con cenone in Villa o Castello per Capodanno a Riccione e dintorni

Trova Ville e Castelli storici per trascorrere il cenone di Capodanno a Riccione dintorni. Un evento particolare in location storiche organizzate per festeggiare l'ultimo giorno dell'anno.

Vedi anche:

Per avere maggiori informazioni su Ville e Castelli per Capodanno a Riccione e dintorni, contattaci tramite il form qui sotto.

Riccione, località balneare dell’Emilia-Romagna, si colora, nel periodo natalizio, di luce e armonia. Nella piazza principale della città il comune è solito organizzare spettacoli, allestire la pista da pattinaggio e la casa di Babbo Natale.

Il luogo è un perfetto connubio tra magia e realtà, connubio che si racchiude nella realizzazione dell’albero natalizio posto al porto. La città è ricca di cultura e tradizione e grazie a dei ritrovamenti databili al II secolo a.C, nei pressi della via romana chiamata Flaminia, si è potuto far risalire l’origine della città a quel periodo. Il luogo è ideale per passarvi l’ultimo dell’anno tra cultura e divertimento.

Quali sono i castelli a Riccione e dintorni?

Numerosi sono i Castelli presso Riccione e dintorni. Tra i più conosciuti e importanti del luogo vi è il Castello degli Agolanti databile nella prima metà del XIV secolo.

Il nome di tale struttura deriva da una nobile famiglia fiorentina che aveva costruito la dimora durante il proprio periodo di esilio in questa località. Divenuti vassalli dei Malatesta, gli Agolanti furono lungamente ritenuti signori del contado di Arcione (nome di Riccione in quel tempo).

La famiglia degli Agolanti, prima di stanziarsi a Riccione, aveva lungamente migrato da Pistoia, dove discendevano dai potenti Tedici di origine Longobarda, e si disseminarono in tutta Italia sino al 1260 quando raggiunsero Riccione e vi costruirono questa loro dimora. Unica testimonianza delle loro tenute, il castello è anche conosciuto come Tomba Bianca e per aver ospitato la regina Cristina di Svezia nel 1743.

Uscendo dai confini di Riccione e addentrandoci verso Rimini, di rilevanza sono il castello di Montebello, la Rocca Malatestiana e il Forte di San Leo. Montebello domina la valle del Marecchia e dell’Uso, offrendo un affascinante panorama. La rocca ha una posizione strategica per il suo tempo poiché rappresentava il collegamento principale con il Montefeltro e la Toscana. Esso si erge su un monte e le sue fondamenta risalgono al III secolo a.C, ovvero al tempo in cui il luogo era occupato dai Romani, il resto sembra risalire al periodo altomedievale. Al suo interno è possibile visionare la miriade di tesori conservati come il mobilio risalenti al 1300-1700 o i numerosi cunicoli e passaggi segreti tipici dell’architettura medievale.

La Rocca Malatestiana è una delle più grandi e meglio conservate fortificazioni malatestiane. La sua costruzione risale al periodo che va dal XII al XVI secolo ed è conosciuta anche come Rocca del sasso per la sua pozione all’apice dello sperone di roccia che sovrasta il paese e domina il territorio circostante. Al suo interno è possibile visionare una notevole collezione di armi medievali e l’orologio che scandisce le ore al Verucchiesi installato nella torre del gufo. Di straordinaria bellezza è anche la sala grande della tenuta.

Infine, il Forte di San Leo vede la sua origine nel periodo di insediamento Romano e sembra essere un edificio da sempre adibito a luogo di protezione e attacco durante le battaglie per poi passare, intorno al 1630, a ruolo di carcere. Qui fu detenuto e vi morì Alessandro conte di Cagliostro, uno dei più enigmatici ed affascinanti avventurieri dell’età dei Lumi.

Quali sono le Dimore e Ville storiche a Riccione e dintorni?

Riccione vanta la presenza di un serie di Dimore e ville storiche. Come prima tappa vi si consiglia Villa Mussolini, in via Milano, essa fu la residenza estiva del duce negli anni 1934-1943 e il suo giardino affaccia sul mare.

In secondo luogo, vi si consiglia di visitare Villa Lodi Fè, in via delle Magnolie. Inserita armoniosamente in un grande giardino, conserva la tipica forma di chalet nel parco, un tipo di villino balneare che si ritrovare spesso lungo tutta la costa e che si caratterizza per la simmetria della facciata e le decorazioni geometriche. Fu costruita da Decio Monti di Bologna e passò poi a Lodi Fè, da cui prende il nome, oggi è sede del premio Giornalistico DIGaward e di Riccione Teatro.

Infine, vi si consiglia di visitare Villa Franceschi situata in via Gorizia. Essa è sede della galleria di Arte Moderna e contemporanea dal 2005. La villa è circondata da un giardino di pini in cui si trova un sedile con leoni alati di gusto rinascimentale. La struttura è curata nei dettagli e armoniosa nell’architettura. Fu costruita nel ‘900 sull’onda dell’eclettismo europeo che dominava l’architettura in quegli anni e che si esprime in una commistione di stili architettonici neoclassici, liberty e neogotici.

Perché passare il capodanno in Ville storiche e Castelli a Riccione e dintorni?

Riccione è una località adatta a coppie, famiglie e single amanti di cultura e divertimento. Qui potrete lasciarvi trasportare dall’aura natalizia che avvolge i borghi e i siti culturali, potrete allietarvi con percorsi enogastronomici che arricchiranno il vostro soggiorno, oppure, potrete lasciarvi andare al relax delle terme del luogo tra un’escursione e l’altra.

La città è adatta a qualsiasi tipo di viaggio arricchendo il tutto con un pizzico di storia e cultura. Tra botti di Capodanno e bollicine potrete godervi l’arrivo del nuovo anno in compagnia dei vostri cari o alla riscoperta di voi stessi.

CONTATTACI

Inserisci i numeri che vedi (controllo antispam):
9178
back to top